12 Maggio 2017

Le interviste di Face Xp: Dott.ssa Luciana Razzini

di Redazione

Luciana Razzini esperto in ortodonzia

Uno dei valori della vostra associazione è la trasparenza nella relazione di cura con il paziente.
In che modo lei e il suo studio impostate un rapporto trasparente di cura con il paziente e con la sua famiglia quando necessario?

Essere chiari e trasparenti con i pazienti gioca un ruolo determinante per ottenerne la fiducia, siano essi adulti, adolescenti o bambini. Dopo aver raccolto tutti i dati diagnostici necessari, il primo passo che faccio nel mio studio, nell’ottica di instaurare con il paziente un rapporto trasparente di cura, è fissare con lui un colloquio, durante il quale vengono mostrate fotografie, radiografie e modelli in gesso; vengono inoltre mostrati i prototipi degli apparecchi ortodontici che verranno utilizzati e fotografie di casi analoghi già trattati. Una volta formulata e spiegata la diagnosi, viene concordato il piano terapeutico e il tutto viene successivamente messo per iscritto in maniera chiara e concisa e consegnato al paziente stesso.
Durante tutto l’arco del trattamento il paziente (o i genitori nel caso di bambini e adolescenti) viene costantemente aggiornato sui miglioramenti ottenuti attraverso le fotografie che periodicamente vengono raccolte.
Inoltre, sempre nell’ottica della trasparenza e del coinvolgimento del paziente, per ogni procedura eseguita (dagli elastici separatori, all’applicazione dell’apparecchio, al debonding) viene consegnata la spiegazione scritta della procedura eseguita, corredata di fotografia esplicativa, con dettagli riguardanti la finalità dell’apparecchio adottato e i consigli su come affrontare i disagi che più frequentemente si possono presentare.

Il paziente al centro è uno dei grandi temi della sanità. Nel 2001 l’Institute Of Medicine ha decretato i criteri che la medicina con l’approccio del paziente al centro deve avere.
Quanto è importante per voi e in che modo coinvolgete il paziente per renderlo responsabilmente partecipe alla cura?

Il coinvolgimento del paziente è determinante per la buona riuscita del trattamento, ed in particolare è essenziale che egli conosca le finalità e gli obiettivi che si vogliono raggiungere.
È al contempo importante per me conoscere nel dettaglio le esigenze del singolo paziente, per non creare in lui delle false aspettative.
Chiariti questi aspetti preliminari, è necessario che il paziente sappia che tali obiettivi possono essere raggiunti con una completa collaborazione. Per questo periodicamente mostro al paziente, anche se bambino o adolescente, le fotografie che vengono eseguite durante il trattamento per condividere con lui i progressi o per evidenziare eventuali obiettivi temporaneamente mancati e studiare insieme il modo per migliorare l’intesa e la collaborazione.

Il valore del sorriso è ormai noto, sia dal punto di vista funzionale (una corretta masticazione influisce direttamente sulla digestione e sugli equilibri muscolari e sulla salute dell’articolazione temporo-mandibolare) che dal punto di vista psicologico (il sorriso è la distanza più breve tra le persone).
Come si stabilisce il livello di complessità di un caso ortodontico?

Il livello di complessità di un caso ortodontico è determinato da numerosi fattori, e per questo il piano di trattamento ortodontico viene formulato sulla base di considerazioni e valutazioni che cambiano di volta in volta. Generalmente l’obiettivo del paziente è avere un gradevole sorriso; tuttavia questo non può essere l’unico obiettivo ortodontico, e pertanto si rendono necessarie da parte nostra ulteriori valutazioni. Il viso, i tessuti di sostegno, così come l’articolazione temporo mandibolare e la muscolatura del viso e del collo, non sono dettagli irrilevanti e devono essere presi attentamente in considerazione nella valutazione del caso. Nessuno infatti vorrebbe un bellissimo sorriso a spese per esempio di un profilo piatto o biprotuso. La decisione terapeutica non può dunque prescindere da queste attente valutazioni, e per poter fare questo è necessario possedere un bagaglio di competenza ed esperienza che si acquisisce negli anni, seguendo corsi di aggiornamento specifici.

Un tratto che vi accomuna è il network multidisciplinare. A prescindere che esercitiate nei vostri studi o in consulenza presso altri professionisti, ogni socio Face conta su una rete di professionisti che interagiscono e si coordinano per il bene del paziente, affinché tutti gli aspetti di salute siano presi adeguatamente in carico e risolti contemporaneamente.
Quali sono i tratti distintivi dei professionisti Face Xp?

Nell’ottica di fornire ai propri pazienti un servizio sempre migliore è necessario un confronto quotidiano con i migliori esperti nelle specifiche aree di competenza. Essere un socio FACE è importante in quanto permette di poter contare su una rete di professionisti che possiedono specifici requisiti di competenza e preparazione.
Interagendo tra loro, e con il supporto dei migliori specialisti di altre discipline, i soci FACE si impegnano al massimo per dare al paziente il miglior trattamento e servizio possibile. Per ottenere tali obiettivi ciascuno deve curare il proprio studio, il personale e le attrezzature in maniera da renderle adeguate. Quello che faccio quotidianamente nel mio studio è investire in materiale di qualità e moderne attrezzature, oltre che servirmi di una rete di professionisti che godono della mia totale fiducia e stima.
L’insieme di tutti questi aspetti mi permette di ottenere grandi e soddisfacenti risultati per me e per i miei pazienti.

Invia la tua domanda!

Ti rispondono gli Esperti in Ortodonzia di Face Xp.

Accetto Privacy Policy
Tutti i campi sono obbligatori