27 agosto 2018

Germectomia: estrazione precoce del dente del giudizio

di Dr. Maria Rosaria Lallai

Germectomia

Per germectomia si intente la estrazione precoce del dente del giudizio, cioè l’avulsione del terzo molare o di altro elemento dentario (spesso premolari) che non abbiano ancora raggiunto il grado di sviluppo radicolare.

Quando effettuare la germectomia?

La fascia di età indicata per la germectomia del terzo molare va dai 15 ai 17 anni, invece l’età indicata per l’avulsione dei premolari, in  pazienti con gravi discrepanze dento-scheletriche si esegue tra i 9 e i 12 anni.

In giovane età, le radici dei denti non sono ancora completamente sviluppate, l’osso circostante è più morbido, il rischio chirurgico è minore e i tempi di recupero sono più brevi.

Il criterio clinico è quello di eseguire la germectomia appena fatta una diagnosi ragionevolmente sicura, tenendo presente che prima si interviene, compatibilmente al grado di collaborazione del piccolo paziente, e meno l’estrazione sarà traumatica. Più tardivamente si interviene, tanto più il germe presenterà sviluppo radicolare e quindi aumenterà  la complessità della estrazione.

Premesso che ogni paziente dev’essere attentamente valutato dal proprio dentista di fiducia, i denti del giudizio si possono comunque estrarre precocemente, anche in assenza di dolore o di altri disturbi.

Perché è vantaggioso effettuare l’estrazione precoce?

La germectomia è utile perchè:

  • riduce le difficoltà d’estrazione: la rimozione chirurgica di un terzo molare già pienamente formato richiede un intervento più invasivo rispetto a quella che richiederebbe un dente del giudizio non ancora spuntato e in fase germinale;
  • l’intervento è meno rischioso e più semplice: il dente del giudizio, ancora allo stadio germinale, viene rimosso mediante una semplice incisione attraverso cui il germe del dente viene fatto sgusciare fuori molto agevolmente;
  • favorisce un miglior decorso post-operatorio: il paziente recupera più velocemente la totale capacità masticatoria dopo l’estrazione;
  • minor complicanze post-estrazione: estrarre un dente del giudizio già formato può provocare dolore anche nei 7-15 giorni successivi all’intervento. Diversamente, la rimozione chirurgica di un dente del giudizio allo stadio germinale si rivela più agevole e meno complessa;
  • riduce il rischio di lesionare le strutture anatomiche contigue al dente del giudizio.
Quali sono le situazioni che richiedono la germectomia?

Gli ortodonisti spesso si trovano a dover prendere decisioni importanti per il futuro dei loro pazienti. Valutano la tendenza di crescita e tengono monitorati i loro pazienti, in questo modo riescono ad individuare la miglior strategia terapeutica.

La germectomia dei premolari o dei terzi molari viene richiesta in caso di:

  • situazioni di discrepanze dento-alveolari al fine di  correggere  il divario fra la dimensione dei denti e il perimetro dell’arcata mandibolare o mascellare, consentendo così il corretto allineamento degli elementi dentali;
  • trattamento ortodontico che prevede l’arretramento del primo e secondo molare allo scopo di guadagnare spazio nei settori laterali per prevenire anche il possibile verificarsi di una inclusione  indotta dal trattamento stesso;
  • alterazioni morfologiche o di sede del germe che possono interferire con il processo di eruzione;
  • patologie a carico del germe (es: cisti, etc…).

Invia la tua domanda!

Ti rispondono gli Esperti in Ortodonzia di Face Xp.

Tutti i campi sono obbligatori