3 Aprile 2017

Le interviste di Face Xp: Dott. Francesco Paolo De Luca

di Redazione

Francesco Paolo De Luca Esperto in Ortodonzia

Il dott. Francesco Paolo De Luca, Esperto in Ortodonzia che si riconosce nell’approccio Face Xp, esercita nel suo studio di Palermo affiancato da un team di validi professionisti, in un ambiente tecnologicamente all’avanguardia.
Socio fondatore dell’Associazione Face, da oltre 20 anni si prende cura dei sorrisi dei suoi concittadini.

Uno dei valori della vostra associazione è la trasparenza nella relazione di cura con il paziente.
In che modo il vostro studio imposta un rapporto trasparente di cura con il paziente e con la sua famiglia quando necessario?

Rispetto agli anni dei miei studi di medicina, è ormai consolidata la prassi di maggiore trasparenza nel rapporto medico/paziente.
Nei trattamenti ortodontici, l’esigenza è ancora più sentita, anzi, è una vera necessità, poiché il risultato del trattamento risente pesantemente della collaborazione tra il professionista, il paziente e la sua famiglia.
E’ importante che si instauri tra loro un vero e proprio patto terapeutico. Questo viene chiarito fin dalla prima visita, grazie all’utilizzo di alcuni strumenti che aiutano il paziente e la famiglia a comprendere esattamente quale strada si voglia percorrere per la risoluzione della malocclusione, in che modo e con quali mezzi, e come si verificherà costantemente il processo di cura, affinché si svolga come previsto.
In un incontro che dura circa un’ora, viene mostrata, su un grande schermo, la presentazione video con le foto del paziente, le sue radiografie, i suoi modelli (eventualmente montati in articolatore per simulare alcuni movimenti) e viene spiegato il piano di trattamento, aiutandosi con animazioni ed immagini di casi simili. Al termine dell’incontro, viene consegnato al paziente il fascicolo ortodontico, che contiene in forma scritta quanto spiegato oralmente. Contiene copia di tutte le foto e le lastre del paziente, insieme ad un elenco completo di tutte le problematiche che possono insorgere durante un trattamento ortodontico. In tal modo, il paziente e la sua famiglia hanno modo prima di accettare, di rivedere comodamente a casa tutta la documentazione. A trattamento iniziato, il caso viene documentato costantemente e le immagini e condivise con paziente e famiglia, per evidenziare eventuali scostamenti dal percorso programmato o il mancato rispetto di alcune prescrizioni, così da attuare le opportune azioni correttive. Se il trattamento lo richiede, viene intrattenuto un rapporto costantemente aggiornato anche con il pediatra di riferimento o con altri professionisti coinvolti.

Il paziente al centro è uno dei grandi temi della sanità. Nel 2001 l’Institute Of Medicine ha decretato i criteri che la medicina con l’approccio del paziente al centro deve avere.
Quanto è importante per voi e in che modo coinvolgete il paziente per renderlo responsabilmente partecipe alla cura?

In ortodonzia la gestione del paziente (nella maggior parte dei casi un bambino o un adolescente) è parte integrante del trattamento, è un elemento essenziale. Ogni paziente necessita di un suo approccio, l’obiettivo del nostro studio è mettere ognuno a proprio agio durante la terapia, affinché il percorso di cura sia un’esperienza piacevole per entrambi. Lo testimonia il fatto che spesso l’approccio giusto è ripagato da gesti semplici, carichi di umanità, come un sorriso o un bacio a fine visita. Inoltre, assistere con i propri occhi alla trasformazione dei giovani pazienti da bozzoli in farfalle, anche grazie al nostro lavoro, è un’esperienza commovente.

Il valore del sorriso è ormai noto, sia dal punto di vista funzionale (una corretta masticazione influisce direttamente sulla digestione e sugli equilibri muscolari e sulla salute dell’articolazione temporo-mandibolare) che dal punto di vista psicologico (il sorriso è la distanza più breve tra le persone).
Come si stabilisce il livello di complessità di un caso ortodontico?

Grazie per la domanda, molto più profonda di quanto non sembri. Gli aspetti che concorrono alla complessità di un trattamento ortodontico sono numerosissimi ed estremamente vari.
Un trattamento è tanto più complesso, quanto maggiore è la compresenza di problematiche scheletriche. Ciò che il comune cittadino spesso non sa, ed ha difficoltà a comprendere, è che l’alterata posizione dei denti può dipendere anche da un alterato rapporto tra le ossa che li contengono, mascellare superiore e mandibola. Tanto maggiore sarà questa discrepanza, tanto più difficile risulterà il trattamento, talvolta addirittura impossibile senza un concomitante intervento diretto sulle ossa mascellari da parte di un chirurgo ortognatico.
Anche l’atteggiamento e la condivisione del valore di un trattamento ortodontico, contribuiscono a stabilire il livello di complessità di un trattamento. Un adolescente in piena crisi puberale, trascinato in studio dai genitori ma scarsamente motivato al trattamento, può alzare il livello di complessità del trattamento. Va ricordato che la partecipazione attiva del paziente è fondamentale in ortodonzia. Si dovrà quindi, prima di iniziare, allineare il livello di importanza attribuito alla salute orale ed alla corretta occlusione, spiegare e condividere con l’adolescente l’importanza psicologica ed estetica di un bel sorriso, che esprima tutte le potenzialità della bellezza di quel viso.

Un tratto che vi accomuna è il network multidisciplinare. A prescindere che esercitiate nei vostri studi o in consulenza presso altri professionisti, ogni socio face conta su una rete di professionisti che interagiscono e si coordinano per il bene del paziente, affinché tutti gli aspetti di salute siano presi adeguatamente in carico e risolti contemporaneamente.
Quali sono i tratti distintivi dei professionisti Face Xp?

Per dirlo in una parola direi la “condivisione”. Innanzitutto dell’idea che abbiamo della nostra splendida professione e della passione che mettiamo nell’affrontarla quotidianamente. L’approccio basato su procedure collaudate e ampiamente convalidate scientificamente, dai risultati predicibili e misurabili grazie ad un monitoraggio continuo dei trattamenti, basato su una documentazione fotografica costante ed effettuata con modalità standardizzate e sovrapponibili.
Altro aspetto fondamentale è rappresentato dal continuo aggiornamento, anche questo condiviso tra tutti gli associati, quasi si trattasse di un unico grande studio multi professionale.
Questo aspetto, unitamente all’utilizzo degli stessi materiali, non soltanto ci permette di confrontarci facilmente tra noi, se posti dinanzi ad una problematica complessa, ma facilita l’eventuale trasferimento di un paziente da un professionista ad un altro, in caso di cambio di residenza.
Da considerare infine che ciascuno di noi si appoggia ad una collaudato network di professionisti di altre branche coinvolte (pediatri, otorino, chirurghi ortognatici, psicologi, logopedisti, fisioterapisti, odontotecnici, oltre naturalmente ad odontoiatri) così che il livello qualitativo dei trattamenti, risulti elevato da multidisciplinare ad interdisciplinare. Il risultato complessivo risulterà migliore della somma dei singoli risultati.

Invia la tua domanda!

Ti rispondono gli Esperti in Ortodonzia di Face Xp.

Accetto Privacy Policy
Tutti i campi sono obbligatori