21 Ottobre 2019

Fluoroprofilassi: cos’è e quando serve?

di Dr. Paola Franchi

L'ortodontista risponde

Fluoroprofilassi: quanto e quando? Troppi pareri discordanti tra gli stessi operatori del settore… – Francesca

Risponde la Dott.ssa Paola Franchi, esperto in ortodonzia di Milano

La fluoroprofilassi, intesa come prevenzione della carie attraverso l’utilizzo del fluoro, è necessaria per tutti gli individui.

I pareri discordanti sulla fluoroprofilassi possono dipendere dal fatto che si sono succeduti negli anni vari indirizzi riguardanti l’assunzione di fluoro, in particolar modo l’assunzione per via sistemica (dieta e integratori fluorati).

Ad oggi le linee guida del Ministero della Salute [LINK: http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_867_allegato.pdf] sono chiare nell’affermare che è considerato più efficace l’utilizzo locale mediante dentifrici, collutori e gel fluorati,
rispetto all’assunzione per bocca sia mediante l’acqua o gli alimenti, sia mediante compresse o gocce.
Secondo le attuali linee guida ministeriali il dentifricio fluorato rappresenta, senza dubbio, il
mezzo di somministrazione più idoneo.

Nei bambini dai 6 mesi ai 6 anni di età si consiglia di utilizzare un dentifricio contenente almeno 1000 ppm (parti per milione) di fluoro, 2 volte al giorno, in dose pea-size.
In particolare, fino ai tre anni, consiglio una dose di dentifricio fluorato grande quanto un chicco di riso e, dai 3 a 6 anni, una dose grande quanto un pisello.
Per i bimbi più piccoli è sempre opportuna un’accurata supervisione da parte dei genitori, sia per controllare la quantità di dentifricio utilizzato, sia per controllare che il bambino non ingerisca il dentifricio stesso.

L’utilizzo di integratori fluorati può essere prescritto nei casi di oggettiva difficoltà all’uso del dentifricio o nei soggetti con alto rischio di carie, ma solo dopo una attenta valutazione della quantità di fluoro assunta quotidianamente da altre fonti.

Anche per quanto riguarda l’utilizzo di collutori o gel fluorati, la prescrizione viene fatta in base a situazioni particolari, quali la presenza di apparecchio ortodontico fisso o patologie a carico dello smalto.

Dopo i 6 anni la fluoroprofilassi viene effettuata attraverso l’uso di un dentifricio contenente almeno 1000 ppm di fluoro, 2 volte al giorno, ma in dose maggiore (2 cm).

E’ importante ricordare che per massimizzare l’effetto benefico del fluoro contenuto nei dentifrici, è consigliabile ridurre al minimo il risciacquo dopo lo spazzolamento.

Invia la tua domanda!

Ti rispondono gli Esperti in Ortodonzia di Face Xp.

Accetto Privacy Policy
Tutti i campi sono obbligatori