18 Ottobre 2019

Estrazione dei terzi molari, attesa e timore dell’anestesia

di Dr. Maria Rosaria Lallai

L'ortodontista risponde

Ho forti nevralgie causate dai due denti del giudizio che, anche se completamente erotti, si sono cariati.
Sono così da quasi 3 anni, e un anno fa ho fatto una visita intramoenia per prenotare con un bravo chirurgo maxillo-facciale l’estrazione, che purtroppo è un po’ delicata in quanto in prossimità del nervo mandibolare.
Il problema è che non mi hanno ancora fissato la data dell’intervento. Nel frattempo prendendo Buscofen e antidolorifici, ma ho lo stomaco distrutto.
Inoltre, temo l’anestesia perchè ho avuto delle reazioni strane in passato, soprattutto con quelle troppo forti che gli interventi chirurgici richiedono – Silvia

Risponde la Dott.ssa Maria Rosaria Lallai, esperto in ortodonzia di Sassari

Leggo con attenzione il suo sfogo riguardo i terzi molari affetti da carie destruente, convengo con lei sul fatto che non possa continuare ad assumere antidolorifici ad oltranza per placare la sintomatologia.

Da ciò che ci racconta ritengo che prima di sottoporsi alle estrazioni dei terzi molari, sia necessario effettuare un consulto allergologico per valutare la sua reazione agli anestetici da utilizzare, anche se tali avulsioni non richiedono anestesie “troppo forti” come negli interventi chirurgici più complessi.

Sarebbe bene inoltre valutare la posizione dei terzi molari con esami radiografici accurati come la Tac “Cone beam”, attraverso la quale sarà possibile individuare il tragitto del nervo mandibolare e i suoi rapporti anatomici con gli elementi dentali.

La esorto pertanto a ricontattare la struttura convenzionata o eventualmente a rivolgersi ad uno specialista di sua fiducia.

Invia la tua domanda!

Ti rispondono gli Esperti in Ortodonzia di Face Xp.

Accetto Privacy Policy
Tutti i campi sono obbligatori