Estrazione del dente: come comportarsi dopo l’operazione?

di Redazione

c
estrazione del dente

L’estrazione dentale è una procedura chirurgica che prevede la rimozione di un dente dall’alveolo, la naturale cavità ossea che lo ospita.
Il dentista decide di estrarre un dente solo se necessario, ovvero quando il dente non può essere salvato/trattato mediante metodi conservativi o quando è necessario recuperare spazi funzionali ad un trattamento ortodontico.

Cosa fare dopo l’estrazione?

  • Seguire una dieta tiepida nelle successive 24/36 ore.
  • Se persiste o riprende il sanguinamento, stringere un tampone di cotone tra i
  • denti.
  • Applicare ghiaccio nelle prime ore.
  • Curare l’igiene orale, in particolare nella sede dell’estrazione. Se necessario, usare una garza imbevuta di collutorio antibatterico specifico del cavo orale per pulire la zona interessata.
  • Assumere i farmaci come da prescrizione del dentista.

…e cosa evitare

  • Non effettuare risciacqui troppo frequentemente e con troppo vigore.
  • Non assumere cibi caldi, piccanti o troppo salati.
  • Non allarmarsi se la sede dell’estrazione sanguina.
  • Per ridurre il gonfiore al minimo, evitare di sdraiarsi, mantenendo il più possibile la posizione eretta o seduta e mettendo un cuscino in più sotto la testa, durante il riposo notturno.
  • Evitare attività fisica intensa, soprattutto se l’estrazione è stata complessa.