Le interviste di Face Xp: Dott. Maurizio Malfatto

di Redazione

Il dott. Maurizio Malfatto, Esperto in ortodonzia Face Xp, è odontoiatria, specialista in ortognatodonzia, e si prende cura dei sorrisi in Piemonte, occupandosi esclusivamente di ortodonzia.

Uno dei valori della vostra associazione è la trasparenza nella relazione di cura con il paziente.
In che modo lei e il suo studio impostate un rapporto trasparente di cura con il paziente e con la sua famiglia quando necessario?

Il colloquio con la presentazione del piano di cura è un momento molto importante, al quale ritengo essenziale dedicare molto tempo. Sicuramente per me è l’aspetto più’ interessante, perché posso affrontare con il paziente varie tematiche e varie problematiche. E’ molto importante usare un linguaggio adeguato, comprensibile, porre degli esempi, far vedere dei filmati, fotografie di casi trattati, per poter essere più semplice possibile ma molto efficace. Con questo approccio è più intuitivo per il paziente, o per i suoi genitori, percepire i vari obiettivi e le possibilità terapeutiche del trattamento. Durante il colloquio vengono stabiliti tempi, modalità di cura in modo verbale e scritto. Il fatto di far vedere trattamenti o apparecchiature simili con metodiche quasi sovrapponibili, agevola il paziente nella formulazione di domande inerenti il trattamento. La chiarezza, la precisione della spiegazione della proposta di trattamento favoriscono la comprensione degli obiettivi terapeutici. Anche il mio staff è preparato in modo adeguato ed aiuta il paziente e i suoi familiari ripetendo le informazioni e spiegando ulteriormente, affinché la sua decisione più serena possibile.

Il paziente al centro è uno dei grandi temi della sanità. Nel 2001 l’Institute Of Medicine ha decretato i criteri che la medicina con l’approccio del paziente al centro deve avere.
Quanto è importante per voi e in che modo coinvolgete il paziente per renderlo responsabilmente partecipe alla cura?

Il coinvolgimento del paziente è un aspetto veramente importante e fondamentale per poter ottenere un risultato coerente con le aspettative formulate durante la discussione del caso.
L’uso di supporti specifici e di controlli atti a monitorare i miglioramenti avvenuti, danno rinforzo e conforto alle “fatiche” affrontate dal paziente nel sottoporsi al trattamento. Pur utilizzando un metodo di informazione simile, io in prima persona e lo staff cerchiamo di customizzare ogni relazione con il paziente. L’obiettivo è la formulazione di un piano di trattamento veramente personalizzato.

Il valore del sorriso è ormai noto, sia dal punto di vista funzionale (una corretta masticazione influisce direttamente sulla digestione e sugli equilibri muscolari e sulla salute dell’articolazione temporo-mandibolare) che dal punto di vista psicologico (il sorriso è la distanza più breve tra le persone).
Come si stabilisce il livello di complessità di un caso ortodontico?

Per definire il livello di complessità del caso, bisogna valutare con molta attenzione – durante il colloquio e durante la presa dei report – se il paziente presenta esclusivamente malocclusioni o problematiche di natura dentale o di natura scheletrica. Bisogna, inoltre, valutare se il paziente presenta patologie di natura gnatologica, disfunzioni oppure se il caso che stiamo studiando è il classico caso detto “multidisciplinare”. E’ ovvio che un caso multidisciplinare presenta tantissime problematiche perché deve esserci una buona conoscenza anche delle branche dell’odontoiatria e non solo, un buon affiatamento con gli altri colleghi che dovranno intervenire (protesisti, gnatologi, paradontologi, endodontisti, chirurghi). Un team che presenti le stesse conoscenze, abbia gli stessi obiettivi e le stesse passioni nella condivisione del lavoro. Inoltre, ma non per ultimo, la motivazione e la collaborazione del paziente diventa per noi molto importante, perché può portare un caso di media difficoltà ad un caso difficile da gestire, perché un atteggiamento inadeguato potrebbe portare ad un insuccesso terapeutico per scarsa collaborazione.

Un tratto che vi accomuna è il network multidisciplinare. A prescindere che esercitiate nei vostri studi o in consulenza presso altri professionisti, ogni socio Face conta su una rete di professionisti che interagiscono e si coordinano per il bene del paziente, affinché tutti gli aspetti di salute siano presi adeguatamente in carico e risolti contemporaneamente.
Quali sono i tratti distintivi dei professionisti Face Xp?

Sicuramente il tratto fondamentale che distingue il professionista Face Xp è l’amore per la nostra professione, che ci ha portato in questi anni a mantenerci costantemente aggiornati, preparati, ad informarci su vari e molteplici nuovi orizzonti ma soprattutto avere strutture professionali all’avanguardia, con tecnologie sempre più innovative come la TAC, lo scanner intraorale, il laser. Avere la possibilità di testare e lavorare con tecnologie digitali definisce alcune linee guida che contraddistinguono tutti i professioni Face Xp.
Inoltre, la condivisione di esperienze e di approcci terapeutici con altre branche nel campo medico come fisioterapisti, logopedisti ,odontotecnici, psicologi, chirurghi, gnatologi ,otorini, pediatri, fa sì che l’approccio del professionista Face Xp nel campo multidisciplinare sia contraddistinto da una passione per la professione decisamente diversa.

CHIEDI ALL’ORTODONTISTA

Hai un dubbio sulla salute orale? Scrivi, ti risponde un Esperto in Ortodonzia di Face Xp.

Accetto Privacy Policy
Tutti i campi sono obbligatori

SAI COME PRENDERTI CURA DEL SORRISO?

Scarica gratis gli opuscoli ortodontici! Gli Esperti in Ortodonzia Face Xp spiegano passo passo come avere cura della salute orale di adulti e bambini.