28 Februar 2018

Denti permanenti: quando e come spuntano?

di Redazione

Dai 6 ai 13 anni i bambini vivono una fase della loro vita molto importante e piena di mutamenti dovuti alla crescita. Il loro aspetto fisico cambia e spesso assumono caratteristiche da… “brutto anatroccolo”.
Durante questi anni avviene la sostituzione dei denti da latte, detti anche denti decidui, con i denti definitivi, detti denti permanenti. Per questo, anche i loro sorrisi sono soggetti a sconvolgimenti, alcune volte la sostituzione dei denti decidui con quelli permanenti non va come dovrebbe…
Alcune volte, i denti permanenti ritardano la loro eruzione facendo sentire il bambino diverso dai suoi coetanei. Infatti, per loro, la perdita del primo dentino è una tappa importantissima e sono fieri di arrivarci, poiché perdere il primo dentino significa “diventare grandi”.
Altre volte, questi denti spuntano in seconda fila offrendo sorrisi tipici “degli squali” o ancora, l’eruzione dei denti può essere ostacolata da denti soprannumerari (cioè in eccesso rispetto alla regolare formula dentaria) o da denti che stanno loro vicini.

Eruzione dei denti permanenti: come avviene?

Il primo dente definitivo a fare la sua comparsa all’interno del cavo orale è il primo molare permanente, che spunta intorno ai 6 anni, al quale dobbiamo prestare molta attenzione dato che di frequente viene confuso con un molare deciduo.

La sostituzione della dentatura decidua e il completamento della dentatura permanente, non avviene in un’unica fase, ma ha una durata di circa 6/7 anni.
Più precisamente inizia intorno ai 5/6 anni e termina intorno ai 12/13 anni.
Questo periodo prende il nome di dentizione mista: saranno presenti all’interno del cavo orale sia denti della serie permanente che decidua.
Questo è uno dei momenti di passaggio particolarmente delicati per il corretto sviluppo dell’apparato masticatorio.
L’odontoiatra di riferimento dovrà accompagnare il piccolo paziente in questa fase di crescita con controlli a fini preventivi.
La caduta dei denti da latte avviene per il riassorbimento delle sue radici, causata dalla spinta eruttiva del dente permanente. Questo, prima di venire in arcata, compie all’interno dell’osso un percorso che lo porta a ridosso della mucosa orale. La spinta eruttiva ha inizio al completamento della corona, e continua sino alla formazione della maggior parte della radice.

Eruzione dei denti permanenti: le fasi

La permuta dentaria avviene in tre fasi ben distinte:

• La prima fase di permuta va dai 6 agli 8 anni.
Questo periodo segna il vero passaggio dalla dentizione decidua a quella definitiva: si avrà l’eruzione dei primi molari permanenti, i cosiddetti denti dei 6 anni. In contemporanea o subito dopo, ci sarà la graduale sostituzione degli incisivi centrali inferiori “da latte”, seguiti dagli incisivi centrali superiori, e dopo un po’, quando i permanenti saranno già in arcata, inizieranno a muoversi e a cadere anche gli incisivi laterali sia in arcata superiore che inferiore.

• Seconda fase. Dopo questo iniziale sconvolgimento nel sorriso del bambino, dagli 8 ai 10 anni ci sarà un periodo nel quale tutto sembrerà essere andato in letargo. Questa fase rappresenta quasi una fase di check point, molto importante per lo sviluppo scheletrico, e proprio ora che le basi ossee si preparano ad accogliere i denti della serie intermedia come i canini e i premolari. In questa fase le gemme dei denti permanenti si preparano all’eruzione e i sorrisi dei bambini mostrano incisivi centrali e laterali definitivi seguiti da canini e moleretti “da latte”.
Quando si guarda all’interno delle loro bocche, i primi molari permanenti sono proprio gli ultimi denti in arcata. Per questo è necessario insegnare ai piccolini che l’igiene orale è molto importante, infatti è l’unico mezzo che abbiamo per mantenerli sani per tutta la vita.

• Dai 10 ai 12-13 anni avviene la terza fase di permuta, questa è appunto la fase in cui termina l’esfoliazione, cioè la sostituzione denti decidui con i denti della serie permanente. Questa fase ha inizio con la sostituzione del canino inferiore (9-10 anni), seguito dal primo premolare superiore (10-11 anni), poi primo premolare inferiore (10-12 anni), secondo premolare superiore (10-12 anni), secondo premolare inferiore (11-12 anni), canino superiore (11-12 anni), secondo molare inferiore (11-13 anni) ed infine il secondo molare superiore (12-13 anni).
Per ultimi eromperanno i secondi molari permanenti e a questo punto la dentatura permanente sarà al completo.

Questo è il momento in cui è bene effettuare un controllo dall’ortodontista, il quale ha il compito di valutare l’esatto rapporto di chiusura tra le arcate dentarie, valutando l’eventuale presenza di piccole interferenze tra i denti dell’arcata dentaria superiore e quella inferiore, le quali possano creare in futuro dei problemi alla funzione masticatoria.

Dott.ssa Maria Rosaria Lallai
Esperto in Ortodonzia Face Xp

Vuoi saperne di più? Scrivici!

 

Invia la tua domanda!

Ti rispondono gli Esperti in Ortodonzia di Face Xp.

Tutti i campi sono obbligatori