Le interviste di Face Xp: Dott. Corrado Moro

di Redazione

Uno dei valori della vostra associazione è la trasparenza nella relazione di cura con il paziente.
In che modo lei e il suo studio impostate un rapporto trasparente di cura con il paziente e con la sua famiglia quando necessario?

Il colloquio con la formulazione del piano di cure è il momento fondamentale, a cui dedico tempo ed impegno. Ad ogni appuntamento, coinvolgo il paziente nell’osservare l’andamento del trattamento, facciamo valutazioni estetiche e funzionali e ascolto cosa il paziente si aspetta, il livello della sua soddisfazione e se ha difficoltà nel tollerare l’apparecchiatura ortodontica.
Spesso durante il trattamento, possono esserci periodi più critici, dovuti alla insofferenza, all’impazienza o al fastidio e in alcuni casi al dolore temporaneo dell’attivazione dei dispositivi. Il paziente è costantemente seguito, incoraggiato e comunque coinvolto in tutte le fasi di trattamento. Ovviamente per i ragazzi o bambini sono coinvolti anche i genitori, ma penso sia il giovane paziente in prima persona comunque colui che deve dare il “consenso informato” al trattamento, così che questo non sia un mero modulo da firmare.
La ricerca di un vocabolario adatto e comprensibile, la presentazione di foto o video di casi analoghi, l’uso di brochure dedicate sono certamente di aiuto.
Tutto lo staff dello studio è preparato e collabora in queste fasi in modo decisivo per superare il divario medico-paziente che a volte può esistere, così che il paziente si senta accolto, compreso accettato e partecipe.

Il paziente al centro è uno dei grandi temi della sanità. Nel 2001 l’Institute Of Medicine ha decretato i criteri che la medicina con l’approccio del paziente al centro deve avere.
Quanto è importante per voi e in che modo coinvolgete il paziente per renderlo responsabilmente partecipe alla cura?

E’ importante comprendere la principale richiesta del paziente e le aspettative. Dobbiamo proporre un piano di cura ideale, completo, e mostrare cosa si può ottenere a livello di funzione ed estetica nei trattamenti complessi. Diversamente, dobbiamo illustrare cosa si ottiene e a cosa si rinuncia con trattamenti di compromesso. Dobbiamo valutare l’eventuale intervento di altri specialisti (chirurgo maxillo-facciale, chirurgo estetico), così che il paziente possa davvero scegliere in modo ponderato e possa fornire la collaborazione piena alla finalizzazione del trattamento.

Il valore del sorriso è ormai noto, sia dal punto di vista funzionale (una corretta masticazione influisce direttamente sulla digestione e sugli equilibri muscolari e sulla salute dell’articolazione temporo-mandibolare) che dal punto di vista psicologico (il sorriso è la distanza più breve tra le persone).
Come si stabilisce il livello di complessità di un caso ortodontico?

Sono molteplici le componenti da ponderare nella diagnosi per valutare la complessità di un caso ortodontico, non solo l’allineamento dentale. La metodologia Face Xp valuta un insieme di fattori da indirizzare durante il trattamento per l’ottenimento di una estetica ottimale. La difficoltà oggettiva dei movimenti dentali richiesti per l’allineamento e la componente scheletrica (cioè la posizione di maxilla e mandibola) nonché la gravità della malocclusione può richiedere la necessità di chirurgia ortognatodontica. Si devono valutare eventuali asimmetrie del viso che complicano il trattamento, valutare la situazione parodontale in collaborazione con il parodontologo, il grado di conservazione degli elementi dentari (nei casi multidisciplinari da affrontare con protesista e implantologo). Siamo molto attenti alla analisi delle articolazioni temporomandibolari (ATM) e questo è un punto distintivo della nostra filosofia.
Possiamo dire che il nostro gruppo nasce culturalmente dall’integrazione di “estetica del viso e funzione” (occlusione , ATM).

Un tratto che vi accomuna è il network multidisciplinare. A prescindere che esercitiate nei vostri studi o in consulenza presso altri professionisti, ogni socio Face conta su una rete di professionisti che interagiscono e si coordinano per il bene del paziente, affinché tutti gli aspetti di salute siano presi adeguatamente in carico e risolti contemporaneamente.
Quali sono i tratti distintivi dei professionisti Face Xp?

L’impostazione che abbiamo ricercato e ottenuto in anni di attività e di aggiornamento continuo, dai primi corsi del Dott. Roth ai più recenti seminari di aggiornamento Face Xp è quella di una sfida alla ricerca dell’eccellenza.
Perseguiamo rigore nella diagnosi, mediante una documentazione completa (anamnesi, fotografie, esami rx, uso dell’articolatore, analisi della ATM ), utilizzo di nuove tecnologie digitali (imaging CBCT, scanner intraorali), conoscenza e integrazione con le altre branche della odontoiatria e della medicina (collaboriamo con pediatri, logopedisti, fisioterapisti, otorinolaringoiatri), trasparenza con il paziente come già detto sugli obbiettivi del trattamento, utilizzo di tecniche ortodontiche efficienti e di comprovata efficacia (per esempio utilizzo di impianti temporanei TADS) alla ricerca quotidiana del miglior risultato terapeutico.

CHIEDI ALL’ORTODONTISTA

Hai un dubbio sulla salute orale? Scrivi, ti risponde un Esperto in Ortodonzia di Face Xp.

Accetto Privacy Policy
Tutti i campi sono obbligatori

SAI COME PRENDERTI CURA DEL SORRISO?

Scarica gratis gli opuscoli ortodontici! Gli Esperti in Ortodonzia Face Xp spiegano passo passo come avere cura della salute orale di adulti e bambini.