Le interviste di Face Xp: Dott.ssa Caterina Ricci

di Redazione

Caterina Ricci esperto in ortodonzia

Socio fondatore dell’Associazione FACE, la Dottoressa Caterina Ricci è laureata in Odontoiatria presso l’Università di Firenze e specializzata in Ortognatodonzia presso l’Università di Siena.

Uno dei valori della vostra associazione è la trasparenza nella relazione di cura con il paziente.
In che modo lei e il suo studio impostate un rapporto trasparente di cura con il paziente e con la sua famiglia quando necessario?

In passato è capitato che le assistenti o le segretarie mi facessero notare che il paziente, finita una visita o la discussione di un piano di trattamento, continuasse a fare domande sul trattamento, come se non avesse capito ciò che era stato appena spiegato loro da noi medici.
Se il paziente non ha chiaro cosa succede nel periodo subito successivo alla discussione del piano di trattamento, fin dalle prime fasi della terapia possono emergere dei problemi o delle incomprensioni durante la terapia o ancora prima di cominciarla.

Il momento iniziale è il momento più delicato, quello in cui il paziente deve prendere decisioni importanti riguardo una parte così intima come è la sua bocca. Dovrà avere un impegno e una collaborazione durante la varie fasi attive e passive del trattamento e dovrà investire del denaro, dunque quello che verrà fatto gli deve essere estremamente chiaro.
E’ molto importante che in questa prima fase il paziente capisca ciò che gli si propone e si fidi, che si crei un’empatia medico-paziente che durerà poi per tutta la durata della terapia.

E’ per questo che noi di Face Xp, sotto la guida del nostro socio fondatore e presidente abbiamo dato una grande importanza a ciò che io nel mio studio chiamo “modulistica”.
La modulistica è costituita da una serie di documenti raccolti in una cartellina, così che siano facilmente consultabili in ogni momento, consegnata durante l’appuntamento che noi chiamiamo “discussione del piano di trattamento”.
Durante questo appuntamento si prende nota del colloquio che avviene tra medico e paziente, in particolare si prende nota della diagnosi, del piano di trattamento che si propone e del relativo preventivo di spesa, con la disponibilità delle diverse modalità di pagamento possibili, per pianificare il pagamento durante il corso della terapia.
Solitamente a questo appuntamento viene dedicata circa un’ora. E un’ora in cui il paziente può vedere casi simili al suo, eseguiti con apparecchi di cui può vedere l’immagine tramite foto di suoi coetanei o pazienti che hanno già eseguito trattamenti simili al suo e fare tutte le domande che desidera.
Il fatto che si possano vedere altri casi simili al suo, dipende dall’accuratezza con cui documentiamo i casi durante la varie fasi e all’impegno costante dei nostri operatori.
E’ una cosa a cui teniamo molto perché questa trasparenza e l’accesso che il paziente o i suoi genitori hanno alla documentazione pre, intra operatoria e finale è sempre utile per sciogliere dubbi o perplessità e per valutare in ogni momento a che punto della terapia ci troviamo.

Il paziente al centro è uno dei grandi temi della sanità. Nel 2001 l’Institute Of Medicine ha decretato i criteri che la medicina con l’approccio del paziente al centro deve avere.
Quanto è importante per voi e in che modo coinvolgete il paziente per renderlo responsabilmente partecipe alla cura?

Il paziente è sempre al centro dei nostri pensieri e del nostro operato, perché siamo consapevoli che lavoriamo in una parte così intima ed importante come la bocca, che è lo specchio della nostra personalità.
Il paziente deve essere coinvolto e responsabile insieme al medico odontoiatra, di tutto ciò che viene fatto nella sua bocca, di tutti cambiamenti eseguiti nel suo viso e nel suo sorriso perché solo un buon affiatamento tra odontoiatra e paziente porta a buoni risultati estetici e funzionali.

Il valore del sorriso è ormai noto, sia dal punto di vista funzionale (una corretta masticazione influisce direttamente sulla digestione e sugli equilibri muscolari e sulla salute dell’articolazione temporo-mandibolare) che dal punto di vista psicologico (il sorriso è la distanza più breve tra le persone).
Come si stabilisce il livello di complessità di un caso ortodontico?

Non tutti i casi ortodontici sono uguali, le differenze e le eventuali difficoltà possono essere date da pazienti che hanno già subito trattamenti ortodontici lunghi e complessi senza aver ottenuto i risultati sperati, o da pazienti che non sanno di avere un’occlusione complessa da risolvere.
A volte la difficoltà è conseguenza di una pubblicità forviante, che promette trattamenti a basso prezzo, senza fastidi, non visibili e dalla breve durata.
Purtroppo sappiamo che non sempre le cose sono così semplici.
E’ anche vero che non tutti pazienti possono voler impegnarsi in un trattamento lungo e complesso, anche se ne necessiterebbero, ed anche queste possono essere delle complessità da affrontare in un caso ortodontico.
Informare correttamente il paziente su quali sono le varie alternative terapeutiche lo aiuterà a decidere consapevolmente quale risultato ottenere se ideale o di compromesso, scegliendo un’opzione piuttosto che un altra.
I denti, le ossa basali e i tessuti molli periorali sono inseriti in un complesso strutturale ben più complicato di quanto si possa immaginare, e anche le articolazioni temporomandibolari, i muscoli e i legamenti, devono essere in equilibrio, per poter dare salute e stabilità all’occlusione, al viso e al sorriso, nel complesso maxillo facciale.

Un tratto che vi accomuna è il network multidisciplinare. A prescindere che esercitiate nei vostri studi o in consulenza presso altri professionisti, ogni socio Face conta su una rete di professionisti che interagiscono e si coordinano per il bene del paziente, affinché tutti gli aspetti di salute siano presi adeguatamente in carico e risolti contemporaneamente.
Quali sono i tratti distintivi dei professionisti Face Xp?

Il network multidisciplinare è nato con l’idea che nessun specialista, neanche il più preparato, può avere conoscenze specifiche in tutti i campi e in tutte  le specializzazioni odontoiatriche. Tramite riunioni periodiche di aggiornamento, i vari professionisti mettono a disposizione degli altri membri del network le proprie conoscenze e capacità specifiche. Questo per dare ad ogni singolo paziente un servizio sempre di elevato livello oltre ad arricchire il grado di preparazione e professionalità al network. In tutta Italia ci sono professionisti rappresentanti legati dallo stesso simbolo, che utilizzano lo stesso approccio, condividono gli stessi valori, e la preparazione che il paziente potrà scegliere liberamente, sapendo con che tipo di professionista avrà a che fare.

CHIEDI ALL’ORTODONTISTA

Hai un dubbio sulla salute orale? Scrivi, ti risponde un Esperto in Ortodonzia di Face Xp.

Accetto Privacy Policy
Tutti i campi sono obbligatori

SAI COME PRENDERTI CURA DEL SORRISO?

Scarica gratis gli opuscoli ortodontici! Gli Esperti in Ortodonzia Face Xp spiegano passo passo come avere cura della salute orale di adulti e bambini.