9 aprile 2019

Brackets: in quanto tempo ci si adatta?

di Dr. Giuliana Furfaro

L'ortodontista risponde

Ho 41 anni e a causa di una malocclusione di secondo grado ho deciso di iniziare il trattamento ortodontico. Porto un apparecchio estetico con brackets in ceramica ed un arco al palato che é molto fastidioso perché provoca delle lacerazioni alla lingua.
Inoltre, i brackets sono molto spessi e non mi permettono di chiudere le labbra per bere e mangiare perché i miei denti sono già per natura sporgenti.
É possibile che ancora oggi non ci siano tecniche adatte ai diversi casi e soprattutto a pazienti adulti? – Giusy

Risponde la Dott.ssa Giuliana Furfaro, esperto in ortodonzia di Taurianova (Rc)

Il trattamento ortodontico in età adulta ha un adattamento iniziale che risulta generalmente più difficile.

La scelta dei brackets ceramici è sicuramente la conseguenza di una sua esigenza estetica.
Purtuttavia, la presenza sulle superfici dentali di attacchi tradizionali (metallici), comporta in fase iniziale un periodo di disagio che comunque si risolve nell’arco di una o due settimane.
La presenza della barra palatale, che rappresenta una classica componente dell’apparecchiatura (necessaria nei casi di malocclusione di Seconda Classe), necessita come per i brackets di un tempo di adattamento.

Per quanto riguarda la chiusura delle labbra, probabilmente i suoi denti sono già abbastanza inclinati all’esterno; i brackets accentuano tale spessore ma è per un periodo del tutto transitorio, perchè tali brackets, se le condizioni di spazio lo consentono, tenderanno in breve tempo a correggere tale inclinazione.

Con l’avvento delle tecnologie digitali, le tecniche di trattamento si sono fortemente affinate, tanto da ridurre anche i tempi del trattamento ortodontico stesso.

Invia la tua domanda!

Ti rispondono gli Esperti in Ortodonzia di Face Xp.

Tutti i campi sono obbligatori